La ricettività alberghiera è assicurata da diverse strutture, che comprendono una locanda, due rifugi escursionistici, tre case di vacanza e un buon numero di posti - letto nei "bed and breakfast" e negli agriturismi sorti in questi ultimi anni.
Nei piccoli ed ospitali ristoranti sparsi qua e là per la valle si può degustare tutta una serie di prodotti tipici, dai "saras" (un tipo di ricotta confezionato agli alpeggi), alle "mustardele" (sanguinacci), alla "supa barbêtta", la zuppa valdese a base di grissini, di spezie e di toma.
Tra i numerosi luoghi di interesse naturalistico e paesaggistico, ci limitiamo a segnalare le incisioni rupestri della Rocciaglia e di Barfè (sotto la Sea di Torre) e il Colle della Vaccera (Vacira, in angrognino), da dove si gode un'ampia vista panoramica sulla pianura sottostante, da Pinerolo a Torino, e sulle montagne circostanti, dal Monviso al Monte Bianco.
A testimoniare la tradizione sportiva degli Angrognini, condensata nell'attività cinquantennale dello Sport Club Angrogna, la località del Passel ospita un centro sportivo, dove si può fare tennis, giocare alle bocce, a squash, a calcetto e tirare con il Gruppo Arcieri di recente costituzione. La valle è inoltre attraversata, in lungo e in largo da diversi sentieri cicloturistici.
La Valle si presta anche a brevi o impegnative passeggiate lungo i sentieri che l'attraversano: segnaliamo ad esempio quello dei "Partigiani"e quello che conduce alle costruzioni caratteristiche di Barma Mounastira.

Strade e sentieri
News e manifestazioni
Bacheca
Sponsor e Link